Estrattore a coclee coniche RCE

L’estrattore a coclee coniche serve per scaricare prodotti di vario tipo da celle di contenimento e/o silos.  Il prodotto può essere di vario tipo: sfarinati, crusca, scarti di pulitura, ect. Cloro che sono soggetti a formare strutture anticline. La forma costruttiva può assumere aspetti e dimensioni diversi secondo le esigenze: con scarico laterale; con due scarichi al centro separati; con uno scarico al centro. Sopra la tramoggia di scarico é predisposta l’apertura per il troppo pieno. La macchina è costituita da una massiccia cassa in lamiera d’acciaio, con una flangia in ferro profilato per il fissaggio e contiene due o più serie di coclee speciali che ruotano in supporti chiusi da cuscinetti oscillanti. La spira della coclea ha, in direzione dello scarico, un diametro progressivamente crescente ed un passo opportunamente differenziato. La capacitá di trasporto é in funzione del numero dei giri, del diametro e dell’entitá delle spire utilizzate. Su richiesta puó essere fornita con inverter dotato di regolazione contagiri di conseguenza puó essere utilizzata a scopi di dosaggio. Al fine della semplice pulizia e manutenzione viene dotata di sportelli d’ispezione.  Il numero degli spirali, numero delle tramoggie di scarico e la grandezza della coclea vengono determinate dalle dimensioni del silo. Di conseguenza la portata della coclea puó variare da 10 a 30 tonnellate/ora.
La motorizzazione può essere realizzata con motore a trasmissione diretta , giunti e/o avviamento a catena. La potenza del motoriduttore é in funzione delle dimensioni.

 Scheda tecnica da scaricare in PDF